Archivi tag: labirinti

Il campo del vicino – libro scatola

Il Campo del vicino               

inside 1

Ba-sade ha-samuh – Il campo del vicino”

Due libri-scatola formalmente ed esteticamente differenti, tuttavia speculari.

Due titoli: Il campo del vicino e Ba-sade ha-samuh, differenti, ma che significano la stessa cosa o concetto.

Libri intesi come territori: scritti, stampati a torchio manuale e concepiti per una lettura, un discorso.

Scatole, in quanto contenitori di matrici o di caratteri mobili, potenzialmente trasferibili e scambiabili.

Scambiabili, ovviamente, da un campo a quello del vicino.

Due cassettiere per caratteri mobili, disponibili a formare altrettanti messaggi mobili, mediante un processo virtuale che ritorna, nel paradosso, a Gutenberg.

Le due scatole-installazioni permettono due tipologie di comunicazione, ma anche di gioco.

-Se ciascuna matrice si trova nel proprio campo-scatola comunica se stessa nel suo stesso luogo di nascita; è necessario che il vicino si muova per andare a leggere.

-Se queste stesse matrici si trasferiscono attivamente nel territorio del vicino e si scambiano di posizione, consentono una contaminazione, un viaggio, un possibile dialogo.

Lo scambio: … cedersi qualcosa vicendevolmente… , consente un contatto, una mescolanza che permette nuove possibilità di linguaggio ed esperienza.

Due omini gettano qualcosa al di là del loro steccato…

roberto gianinetti

Confraternita di San Vittore – Studiodieci, Vercelli – 2016

Giardino Armonico – libro d’artista

                           Giardino armonico                         

                                -un viaggio nelle forme e nei colori-

Libro d’artista, autoprodotto in 4 esemplari, liberamente ispirato ad un ipotetico e fantastico giardino all’italiana in cui si affiancano immagini di labirinti, fiori, lettere, suoni, profumi. L’opera è stata creata avvalendomi di differenti matrici xilografiche, sia del mio archivio storico, sia incise ex novo. Esposto per la prima volta a Belgrado, Kolarac Gallery nel 2015, successivamente al Museo di Stato di Kazan, infine nella chiesa di S. Vittore a Vercelli 2016, in occasione della mia personale Soft Machine e Annunciazioni.

Mentre incidevo, inchiostravo, stampavo … ero accompagnato dal “Giardino Armonico”, fantastica orchestra da camera che ho avuto il piacere di ascoltare a Verbania nel 2002, in occasione delle “settimane musicali di Stresa”… E’ dal nome di questo gruppo e dai lori ritmi e suoni che ho deciso il titolo del mio libro d’artista.

img_6547-copia       img_6467-copia

Kolarac Gallery, Belgrado           un torchio all’accademia di Belgrado       

 

Ho scritto una prefazione/indice che in parte deriva da un breve trattato di botanica dei primi anni del Novecento.:  Il Giardino armonico

Sempre più apprezzabile dovrebbe essere giudicato lo sforzo di chi, tenendosi attentamente al corrente dalle incalzanti conquiste della varie branche della scienza, individua ciò che di buono può essere preso e lo traduce in nuove tecniche per gli operatori pratici, o inversamente mette in guardia contro quanto potrebbe esserci di pericoloso nel nuovo.

E’ possibile che tra qualche anno il mio terreno,

il mio orto valgano più di un appartamento in città.

(Anonimo)

                                                                Kazan, State Museum of Fine Arts

 

 

 

Indice  

-urbanesimo

-emblemi

-scritture

argini e affossature                                            

-irrigazione a scomparti

-prato polifita e millefoglie

-verdismo

-pannelli solari

-sarchiature

-ombreggiature

-semina

  giardino-armonico-1

urbanesimo

giardino-armonico-2

    emblemi e scritture …

giardino-armonico-3

 prato polifita e millefoglie

giardino-armonico-4               giardino-armonico-5

 …                                                                                       

 

Kragujevac, Serbia – Galerija Mostovi Balkana 2014

Personale di incisioni in folio, libri d’artista e abito.

IMG_5211           kragujevac-1

On 5th May 2014, my birthday, I was invited by Dimitrije and Katarina to get a personal exhibition in Kragujevac. For me it was a wonderful experience and I want to thank all the people who helped me in this event. Local Kragujevac’s TV got me a nice interview, grazie, roberto. E ringrazio anche Massimiliano Muraro che, senza saperlo, in Italia, nel farmi gli auguri di compleanno ha scritto e citato proprio un “Volto” presente in Galleria e nella brochure.