Archivi tag: labirinti

“Mirror-face to face” Villa Caldogno (Vi)

Mirror-face to face

Caldogno (Vi) – Villa Caldogno “Mirror – face to face” Italian and Serbian Artists Exhibition, progetto e cura di Valeria Bertesina, realizzazione Qu.Bi media, organizzazione Club for Unesco Vicenza

Bellissima Villa palladiana a Caldogno (Vi); mostra di incisioni tra artisti italiani e serbi. Tre miei lavori, riuniti in un trittico, che intendono evocare un percorso labirintico; per accedervi occorrono alcune password, costituite da chiavi e ingegni.

Quando si entra in un ricordo il rischio è perdersi. Come in un labirinto, oltre al Minotauro, possiamo incontrare Dedalo, il sapiente architetto, ed Icaro, l’aiutante e incosciente giovane. Anziché uscire da una porta, si può intraprendere un folle volo, visto che non c’è il soffitto. Per orientarci è consigliabile osservare la posizione degli astri e portare strumenti utili a bordo. Jorge Antonio Erudino, Commenti sparsi (in A. Offer, A. Merce, R. Gianinetti – Handle With Care, 2021)

L’argomento mi perseguita fin da quando ero bambino. I Precursori (Dedalo e Icaro): Old Generation

Lo zio Giovanni e le zie Maria Luisa e Tiliuccia, a Natale, mi regalarono un disco con la storia di Dedalo e Icaro. A cinque anni il Maestro Manzi mi aveva già insegnato a leggere e scrivere. Così potevo sfogliare e leggere la storia, senza dover dipendere dai miei genitori. Una domenica mattina, forse all’Epifania, mi svegliai molto presto e preso da un’irresistibile voglia di ascoltare, andai nel salotto, misi il disco sul piatto del giradischi e tirai la leva che in automatico portava il braccio e la puntina a contatto con i microsolchi del disco di plastica. Il disco era molle e mentre girava si sollevava e abbassava un po’, ritmicamente, come un’onda rollata da un vento invisibile, come un battito d’ali. Seduto sul tappeto, iniziò la storia del Minotauro e del Labirinto e della fuga nel cielo con ali cerose. Non sapevo come Dedalo avesse trovato le piume e le penne e la cera, ma ciò che importava era che i miei due eroi avessero costruito le ali, così come le vedevo illustrate nel libro. Appena spiccato il volo o forse poco dopo, quando Icaro felice volava già vicino al sole, tornai bruscamente alla realtà. Una mano mi stringeva e tirava un orecchio, fino a farmi male. Poi fui sospinto nella mia stanza e messo in castigo. Rimasi nella mia stanza guardandomi in giro senza sapere bene cosa fare. Cosa potevo fare? Cosa non potevo fare?, visto che ero in castigo! Dopo un po’ presi le macchinine e mi inventai una corsa sul pavimento. Piloti: il Minotauro, Dedalo, Icaro e lo zio Giovanni. Vinse la Triumph decappottabile. (da Handle With Care, 2021)

Password 1, 2, 3 – xilografie, rilievografie, 70 x 33 cm

Password – Passaggi
Password – Fragments

Password – Monitor

Totentanz (danza macabra) xilografie, installazione; abito di Marta G.



Inaugurazione, 5 giugno 2021

Il campo del vicino – libro scatola

Il Campo del vicino               

inside 1

Ba-sade ha-samuh – Il campo del vicino”

Due libri-scatola formalmente ed esteticamente differenti, tuttavia speculari.

Due titoli: Il campo del vicino e Ba-sade ha-samuh, differenti, ma che significano la stessa cosa o concetto.

Libri intesi come territori: scritti, stampati a torchio manuale e concepiti per una lettura, un discorso.

Scatole, in quanto contenitori di matrici o di caratteri mobili, potenzialmente trasferibili e scambiabili.

Scambiabili, ovviamente, da un campo a quello del vicino.

Due cassettiere per caratteri mobili, disponibili a formare altrettanti messaggi mobili, mediante un processo virtuale che ritorna, nel paradosso, a Gutenberg.

Le due scatole-installazioni permettono due tipologie di comunicazione, ma anche di gioco.

-Se ciascuna matrice si trova nel proprio campo-scatola comunica se stessa nel suo stesso luogo di nascita; è necessario che il vicino si muova per andare a leggere.

-Se queste stesse matrici si trasferiscono attivamente nel territorio del vicino e si scambiano di posizione, consentono una contaminazione, un viaggio, un possibile dialogo.

Lo scambio: … cedersi qualcosa vicendevolmente… , consente un contatto, una mescolanza che permette nuove possibilità di linguaggio ed esperienza.

Due omini gettano qualcosa al di là del loro steccato…

roberto gianinetti

Confraternita di San Vittore – Studiodieci, Vercelli – 2016

Giardino Armonico – libro d’artista

                           Giardino armonico                         

                                -un viaggio nelle forme e nei colori-

Libro d’artista, autoprodotto in 4 esemplari, liberamente ispirato ad un ipotetico e fantastico giardino all’italiana in cui si affiancano immagini di labirinti, fiori, lettere, suoni, profumi. L’opera è stata creata avvalendomi di differenti matrici xilografiche, sia del mio archivio storico, sia incise ex novo. Esposto per la prima volta a Belgrado, Kolarac Gallery nel 2015, successivamente al Museo di Stato di Kazan, infine nella chiesa di S. Vittore a Vercelli 2016, in occasione della mia personale Soft Machine e Annunciazioni.

Mentre incidevo, inchiostravo, stampavo … ero accompagnato dal “Giardino Armonico”, fantastica orchestra da camera che ho avuto il piacere di ascoltare a Verbania nel 2002, in occasione delle “settimane musicali di Stresa”… E’ dal nome di questo gruppo e dai lori ritmi e suoni che ho deciso il titolo del mio libro d’artista.

img_6547-copia       img_6467-copia

Kolarac Gallery, Belgrado           un torchio all’accademia di Belgrado       

Ho scritto una prefazione/indice che in parte deriva da un breve trattato di botanica dei primi anni del Novecento.:  Il Giardino armonico

Sempre più apprezzabile dovrebbe essere giudicato lo sforzo di chi, tenendosi attentamente al corrente dalle incalzanti conquiste della varie branche della scienza, individua ciò che di buono può essere preso e lo traduce in nuove tecniche per gli operatori pratici, o inversamente mette in guardia contro quanto potrebbe esserci di pericoloso nel nuovo.

E’ possibile che tra qualche anno il mio terreno,

il mio orto valgano più di un appartamento in città.

(Anonimo)

                                                                Kazan, State Museum of Fine Arts

Indice  

-urbanesimo -emblemi -scritture –argini e affossature                                   -irrigazione a scomparti -prato polifita e millefoglie -verdismo                -pannelli solari -sarchiature -ombreggiature -semina

giardino-armonico-1

urbanesimo

giardino-armonico-2

    emblemi e scritture …

giardino-armonico-3

 prato polifita e millefoglie

giardino-armonico-4               giardino-armonico-5

 …