Handle with care

HANDLE WITH CARE – I Voli di Icaro

libro d’artista; xilografie, scrittura, matita, timbri, stampa digitale, ed. 12, 2021, formato chiuso: 15 x 10 cm. Attilio Offer – Editore; Aldo Merce – Lettore; Roberto Gianinetti – Autore

Ideato e realizzato su invito di Maddalena Castegnaro, Verbamanent – Archivio del Libro d’artista/Presidio del Libro di Sannicola (Le)


Le ali e i ricordi:

Handle With Care

Abstract

Maneggiare con cura” o attenzione, è tripartito per consentire e vincolare l’apertura di un ricordo, condizionandone lo scorrimento. Può essere ascoltato come un hoquetus, un canto a singhiozzo, come avveniva già all’origine dell’uomo, nelle tribù Boscimane e Pigmee (5°).

Ho pensato che Autore può essere colui che ha vissuto; Lettore, colui che ricorda; Editore chi racconta e rende pubblico.

In base a una mia personale chiave di lettura le immagini che appaiono solo parzialmente lungo il percorso evocano proprio un confine tra il leggibile e l’illeggibile, tra il ricordato e il dimenticato.

In quanto giornalista-intervistatore e ospite, vorrei aggiungere che autore, lettore ed editore di un ricordo possono appartenere anche alla medesima persona.

Jorge Antonio Erudino, Commenti sparsi

(in A. Offer, A. Merce, R. Gianinetti – Handle With Care, 2021)

Parole chiave

Editore, Lettore e Autore in ordine inverso, a confronto; Icaro, Il Volo, Ricordi, Rifiuti, Sacco della spazzatura, ecc., ecc..

pagina 8

… poco prima andai a controllare

vicino alla porta d’entrata.

(da Attilio Offer – Il Guardone, 2021)

Introduzione ai lavori

Io mi limito a presentare i fatti.

-Questo è quanto!- esclamava mia sorella Luisa.

Ed io affermo la stessa cosa: 24 pagine, una tiratura limitata a 9 copie (preferirei dire esemplari), di cui tre numerati con numeri romani e sei con numeri arabi. La mia speranza è che diventi un successo editoriale perpetuo, globalizzato, un bestseller. Ma non devo né voglio volare troppo alto; conosco la storia di Icaro.

A conti fatti, come ha scritto Carlo Bo alcuni anni fa, tutto ciò si ispira a un sacco di ricordi trovati o abbandonati davanti a casa. Penso sia stato il mio vicino oppure quelli della nettezza urbana che, avendolo aperto, hanno rifiutato di portarlo alla discarica. Me lo sono ritrovato proprio tra i piedi quando sono uscito per andare in città. C’era anche un avviso: “materiale non conforme”. Subito ho pensato di lasciarlo dove si trovava, magari mezzo metro più a sinistra, quasi davanti al mio dirimpettaio. Poi ho pensato ai pettegoli e ai guardoni: quelli che passano il loro tempo nascosti dietro una tenda a controllare cosa succede in strada, chi entra e chi esce, o dove e come uno parcheggia… Pertanto non ho potuto fare altro che prendere il sacco e mollarlo in giardino a fianco di alcune macerie in attesa, anche loro, di essere smaltite.

In quanto editore ho suggerito ed ottenuto di intitolare questo opuscolo: “Handle With Care” (maneggiare con cura o attenzione) riferendomi a certi accadimenti, come volare troppo alto e in maniera imprudente. Tutto ciò può condurre vicino al sole o alla luna o alle stelle e, se perdi la consapevolezza di chi sei o dove ti trovi o cosa stai facendo, rischi grosso. Anche se volare è bello.

Non voglio nemmeno suggerire un volo troppo basso. L’altro giorno il mio gatto, per poco, non è riuscito ad afferrare un malcapitato e sprovveduto uccellino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *