Archivi categoria: 2015

anno 2015

Totentanz – danza macabra, tarocchi

Totentanz – danza macabra

abito, libro d’artista e fanzine, liberamente ispirati al 13° arcano maggiore dei tarocchi “La Morte”.

totentanz – abito
in folio
totentanz, libro aperto
totentanz – black market
totentanz – anatomie
totentanz – agenda e salmo

… Fanzine …

The Quest

for Totentanz

diary

28 settembre – ho deciso di scrivere un diario. Così, tanto per scrivere e passare il tempo. Mi sono preso un giorno di pausa, dopo tanto lavoro o, forse meglio, attività.

A Ferragosto tutto è fermo, tranne qualche incidente d’auto o malattie o bombe qua e la nei mercati. Tutto avviene con la calma statica dell’afa. Le stesse morti, gli stessi cadaveri, non sarebbero gli stessi se facesse freddo. E anche gli uomini: i parenti, gli amici, i curiosi, intendo, parteciperebbero ai funerali con maggior vivacità. Anche solo battendo i piedi o muovendo i piedi congelati. Le lacrime, per esempio, scivolerebbero rattrappite, ghiacciate. Invece questo caldo torrido le fa evaporare subito, troppo in fretta per essere percepite dal vicino. E sempre che escano veramente dalle ghiandoline secche, prosciugate dalla siccità.

C’è una perdita di valore; non si riesce a godere bene dello spettacolo.

Ma che importa, domani è un altro giorno. La Sacerdotessa direbbe che non c’è nulla di nuovo sotto il sole. … omissis…

auguri per un sacco di riso

Auguri per un sacco di riso.

Desidero salutare tutti gli amici e conoscenti e augurare loro un interessante e possibilmente sereno 2017. Ho pensato di utilizzare un mio piccolo lavoro del 2015, creato in occasione dell’evento “Mangia che ti fa bene”, arte postale in occasione di una mostra a Porto Alegre, Brasile.

“Anatomia del riso – Variations-“ lato A, intende proporre in maniera pseudo-scientifica alcune varianti legate al riso: Insalata, Risotto, Minestre; Riso tondo, medio, indica… e Buon Appetito!

“In Tavola – Ti auguro un sacco di riso” lato B costituisce la parte giocosa e personalizzabile del lavoro: lascia spazio a una possibile dedica scritta al commensale, e con “TRASFERIBILE” auspica che il cibo sia di tutti e per tutti, quindi trasferibile da una tavola all’altra. Un saluto, roberto gianinetti 

un-sacco-di-riso-2015                 mangia-che-ti-fa-bene-2015

 verso                                                               recto

Triennale del libro d’artista di Vilnius

st10 2 mid copia

Vercelli, 5 – 19 settembre, 2015

 Museo Leone, V. Verdi 30

Studio 10 City Gallery, not fot profit, P.zzetta P. Levi 9

Si inaugura sabato 5 settembre 2015:

alle ore 17.30 presso il Museo Leone l’esposizione di libri d’artista della 7th International Artist’s Book Triennial di Vilnius: ERROR

e alle ore 19 a Studio 10, la mostra parallela ad invito, di libri d’artista: ERRARE.

 Si tratta di una proposta di grande respiro internazionale che permetterà al pubblico vercellese e ai visitatori ospiti di osservare, sfogliare, commentare, confrontarsi con questo grande patrimonio artistico contemporaneo che ha per tema Error, inteso come mistake-erroree nello stesso tempo come errare, dal latino error, oris, m.: vagabondare, andare errando, uscire di strada; incertezza, dubbio, delirio, follia.

Gli artisti partecipanti e invitati si sono confrontati con queste due particolari tematiche e hanno sviluppato un percorso personale che si dichiara in sé, ma ancora di più come gruppo o collettività riunita sotto una semplice parola: ERROR e all’interno di due importanti realtà “storico-artistiche” vercellesi: il Museo Leone e Studio 10.

7th International Artst’s Book Triennial , Vilnius – Lituania

Curatore: Kestutis Vasiliunas; Conservatore Museo Leone: Dr. Luca Brusotto

Studio 10 City Gallery, not for profit gallery

Curatore: Roberto Gianinetti; Presidente Studio 10: Carla Crosio

Desidero inoltre ringraziare: Maura Forte Sindaco della Città di Vercelli, Carlo Fizzotti, Gianni Vercellone, Elisabetta Dellavalle, Orlando Monteleone, Comune di Vercelli, Carla Crosio, StudioDieci, Cesare Rinaldi, gli Artisti, i Giornalisti. Questo gruppo, ognuno con le sue valenze, ha permesso all’arte e alla cultura di errare…